VUOI PREPARARTI PER

DIVENTARE

IRONMAN ?

Clicca qui sotto, prenota subito la tua consulenza gratuita e scopri come raggiungere il traguardo finale anche se parti da zero senza esperienza.















































VUOI PREPARARTI PER

DIVENTARE

IRONMAN ?

Clicca qui sotto, prenota subito la tua consulenza gratuita e scopri come raggiungere il traguardo finale anche se parti da zero senza esperienza.


IRONMAN significa percorrere 3,8 km di nuoto, seguiti da 180 km di bici e 42,2 km di corsa in un tempo limite di 16 ore.

3,8 KM

NUOTO

180 KM

BICI


42,2 KM

CORSA



Sarò mai in grado di diventare un IRONMAN?


È un obiettivo alla mia portata?


E se poi comprometto la mia salute?

Queste sono alcune domande che la mia testa generava.


La paura di non riuscire, di fallire, di osare troppo emergeva al solo immaginare quel traguardo tanto desiderato.


Guardavo con stupore e ammirazione quelle persone che hanno tagliato la finish line prima di me, credendo che fossero dei super uomini e chiedendomi da dove poter iniziare per diventare come loro.


È proprio da questa serie di domande che inizia il mio percorso.


Mi chiamo Elena Padovese e sono una Life e IRONMAN coach certificata, specializzata in forma fisica e sport di endurance, come la corsa su lunga distanza e il triathlon.


Sono una maratoneta e triathleta, a cui piace studiare soprattutto argomenti come il potere della mente e la bellezza del corpo quale macchina perfetta.


Il mio scopo è quello di trasformare la vita delle persone attraverso il movimento, inserendo lo sport come sana abitudine di vita.


Il triathlon è la disciplina perfetta per chi cerca l'equilibrio fisico e mentale.


L' IRONMAN rappresenta una nuova identità.

Sono autrice del libro "Trasforma la tua vita attraverso il movimento".


Mentre mi preparavo al meglio per diventare IRONMAN, ho capito che

la motivazione da sola non basta, ma serve un percorso che ti permetta di:


  • PREPARARTI FISICAMENTE SENZA RISCHI


  • PREPARARTI MENTALMENTE


  • ALIMENTARTI CORRETTAMENTE

È per questo che ho deciso di creare un percorso graduale e totalmente personalizzato rivolto alla preparazione di un obiettivo, che può spaziare

dalla mezza maratona, alla maratona fino al triathlon, con l'IRONMAN come traguardo finale.

È importante affidarsi alla persona giusta che sappia prendersi cura di te e che riesca a portarti alla meta, mettendoti in condizione di superare tutte le interferenze che incontrerai lungo la strada.


Scegliendo Elena, decidi di essere seguito in maniera:

PERSONALIZZATA

Il percorso verrà creato su misura per te, analizzando il punto di partenza e gli obiettivi da raggiungere attraverso i test individuali.

SICURA

Il percorso seguirà una graduale progressione in funzione dei tuoi tempi di adattamento, al fine di prevenire infortuni e sovrallenamento.

POTENZIANTE

Attraverso le tecniche di coaching attingerai alle tue migliori risorse nascoste e taglierai il tuo traguardo finale come metafora riassuntiva di tutto il tuo percorso.


Inserisci la tua migliore email per accedere subito al questionario conoscitivo e prenotare subito GRATUITAMENTE una prima sessione di coaching con me!


AVRAI A DISPOSIZIONE INOLTRE:

  • TABELLE DI ALLENAMENTO PERSONALIZZATE EROGATE MENSILMENTE


  • TEST DI VALUTAZIONE INIZIALI E INTERMEDI


  • FOLLOW UP SETTIMANALE VIA TELEFONO O WHATSAPP


  • SESSIONI INDIVIDUALI DI COACHING


  • LINEE GUIDA NUTRIZIONALI E DI INTEGRAZIONE SPORTIVA

SCOPRI COSA DICONO DI ME

Anna Agosti

Percorso Life Coaching

Devo tantissimo ad Elena Padovese. Averla avuta al mio fianco quest’anno è stato fondamentale, sia come coach sportivo che mentale. A parte la perdita di peso (quasi 30 kg), ho cambiato completamente il mio stile di vita e il suo supporto è stato indispensabile. Mi ha portato da zero a correre una mezza maratona: uno degli anni più belli della mia vita. Le ho detto spesso che « mi ha salvato la vita ». Sarebbe troppo lungo da spiegare ma è quello che sento veramente. Il vero combattente non smette mai di combattere: a qualsiasi età si può e si deve trovare la forza di raggiungere i propri obiettivi: ecco, Elena ti porta a riconoscere quella forza che per troppo tempo era rimasta nascosta.

Auguro a tutti una coach come lei.



Sandro Marintani

Preparazione alla maratona


Circa 10 anni fa, iniziarono le mie prime uscite di corsa, così, giusto per mantenermi in movimento. Da lì mi accorsi che iniziavo a sentirmi bene, sia fisicamente che mentalmente. Non avendo però nessuna indicazione su come programmare le mie uscite, capitava che la mia avventura da runner iniziasse in primavera, e finisse con l'arrivo dell'autunno. La corsa entrò nella mia vita quotidiana dal 2014, quando fissai come obiettivo la mezza maratona di Trieste.

Dopo due anni decisi insieme ad altre persone di realizzare il mio sogno.. correre la maratona di New York.

Questa volta però l'obiettivo era veramente importante. Naturalmente, avevo bisogno di una figura che mi guidasse negli allenamenti step by step, insomma ero alla ricerca di un coach!

Un gruppo di amici mi presentarono Elena Padovese! Da qui la svolta dei miei allenamenti! E che allenamenti! Va detto che lavoro 12\14 ore al giorno, e sono sempre in piedi, ma grazie alla programmazione dell’allenamento di Elena i giorni successivi alla corsa non mi sentivo mai stanco, anzi mi sentivo più carico, sia fisicamente che mentalmente.

Ho eseguito alla lettera tutti i consigli e gli allenamenti che mese dopo mese Elena mi suggeriva, e grazie alle sue strategie ho concluso la mia prima maratona alla grande! La corsa, per come la intendo io, è uno stile di vita che aiuta a mantenersi in forma e a stare bene, ma per evitare spiacevoli infortuni dovuti all'inesperienza, soprattutto in una fase iniziale, è meglio affidarsi a persone capaci e competenti. Grazie ancora Elena e alla tua competenza per aver contribuito a realizzare il mio sogno.


Axel Coren

Percorso IRONMAN


Elena mi ha seguito nella preparazione della mia prima maratona, primo IM 70.3 ed il mio primo IM. Nonostante la continua richiesta di dover modificare i programmi per impegni lavorativi ed infortuni, ha sempre soddisfatto tutte le mie esigenze e preparandomi al meglio agli eventi. Cosa ancora più importante, ha sempre stimato il mio tempo finale con un errore di qualche minuto. Disponibile, preparata e con una capacità di problem solving eccezionale. 


IRONMAN COACHES ASSOCIATION



Michele Paesani

Percorso IRONMAN 70.3


Michele è un ristoratore, formatore e padre di quattro figli.


"Bisogna sempre fissarsi obiettivi nella vita che ti alzino l'asticella. Preparare un obiettivo del genere, come anche tutti gli altri per i quali sono stato seguito da Elena, per un amatore è complicato, ci vuole un allenamento costate e ci vogliono tempo ed energie. Insomma se non sei seguito rischi di perderti. Elena per me è stata fondamentale perchè mi ha dato una guida e un supporto nella gestione degli allenamenti, degli infortuni e della forma fisica giorno dopo giorno. Elena è un coach preciso, diponibile e presente.

Vale la pena vivere un'esperienza firmata IRONMAN e il consiglio è di farti seguire da un professionista, perchè fa la differenza per il non professionista. Sono molto soddisfatto dell'esperienza, Elena mi aveva già allenato per altre competizioni e quindi ne ero certo. Sfidati anche tu!"


Ti aspetto dall'altra parte!


Inserisci la tua migliore email per accedere ora al questionario conoscitivo e prenotare subito GRATUITAMENTE una prima sessione di coaching con me!

ASCOLTA I 3 SUGGERIMENTI DI ALEX ZANARDI

Come poter arrivare pronto a un appuntamento di questo calibro e superare i momenti di difficoltà?


Secondo il campione Alex Zanardi ciò che fa la differenza è:


  • La giusta PREPARAZIONE e la consapevolezza di avere fatto bene tutti i compiti per casa.


  • La VISUALIZZAZIONE DELLA GARA, per avere bene chiari tutti i passaggi.


  • ESEGUIRE IL PROPRIO PROGETTO IN MODO PRECISO quasi "TALEBANO", auto programmandosi senza scuse.



VIVI L' IRONMAN 70.3 Slovenian Istria di Adriano

IRONKIDS per i più piccoli

IRONMAN 70.3 ST. POLTEN


l'IRONMAN non è una gara di un giorno, ma un lungo percorso di trasformazione che ti regala una nuova identità potenziata rispetto all'attuale.


METTITI IN GIOCO SE:

VUOI TRASFORMARTI FISICAMENTE.

HAI UN FORTE DESIDERIO DI RISCATTO.

VUOI SUPERARE E SPOSTARE I TUOI LIMITI.

VUOI AUMENTARE LA TUA AUTOSTIMA, FORZA DI VOLONTÀ E DISCIPLINA.

VUOI IMPARARE UNA SANA ALIMENTAZIONE ABBINATA A UNO STILE DI VITA CORRETTO.


LASCIA STARE SE:

NON SEI DISPOSTO A METTERTI IN GIOCO.

NON HAI UN TUO GRANDE PERCHÈ.

NON VUOI CAMBIARE LE TUE ABITUDINI QUOTIDIANE.

VUOI FARE DI TESTA TUA SENZA FARTI GUIDARE DA UN ESPERTO.

CERCHI LA SCORCIATOIA SALTANDO LE TAPPE INTERMEDIE.


Fammi conoscere il tuo perchè!


Inserisci la tua migliore email per accedere ora al questionario conoscitivo e prenotare subito GRATUITAMENTE una prima sessione di coaching con me.

STORIE VERE CHE ISPIRANO DI ALTRE PERSONE PASSATE PRIMA DI TE!


DA 136KG A IRONMAN

Si dice che la vera svolta può accadere grazie a due ragioni:


  • 1 - UN FORTE CORAGGIO


  • 2 - UN GRANDE INCIDENTE


Charlie Rocket per rincorrere la carriera aveva smesso di prendersi cura di se stesso. Dopo aver perso la forma fisica e aver ricevuto una diagnosi di tumore al cervello, ha deciso di firmare un contratto col proprio io per trasformare l'uomo che era in colui che desiderava diventare, non voleva più essere CEO Charles, bensì riconoscersi allo specchio.

Dopo aver perso kg su kg grazie alla corsa, Charlie ha deciso di andare più in profondità e mirare l'impossibile: diventare IRONMAN!

Ha vissuto l'intero viaggio con il suo migliore amico Scott, ha dovuto scavare in profondità e combattere contro se stesso e le sue paure, e, alla fine, ha tagliato il traguardo chiudendo un intero capitolo della sua vita. Oltre quel traguardo non c'era più l'uomo di prima, c'era

"Charlie, you are an IRONMAN!".


DALLA SCLEROSI MULTIPLA ALL' IRONMAN

Questo film è ispirato dalla storia vera di Ramon Arroyo.


Nel 2004, a soli 33 anni, gli fu diagnosticata una forma di sclerosi multipla nota come "recidiva-remittente", e gli fu raccomandato il riposo perchè allora si pensava che l'esercizio fisico fosse controproducente. A Ramon non importava più nulla della vita, finchè un giorno, prendendo in braccio il figlio piccolo ebbe paura di farlo cadere; fu allora che cambiò modo di vedere le cose iniziando a pensare a stare bene e in forma il più possibile per la sua famiglia.

Decise di affrontare un'enorme sfida per ogni uomo sulla terra, e ancora più grande per una persona con sclerosi multipla: completare una competizione Ironman: 3,8 km di nuoto, 180 km in bici e una maratona (42 km).

Determinazione e impegno lo portarono al traguardo.

Questa storia parla di risultati personali e non certo di vittorie di medaglie o del raggiungimento di posizioni prestigiose, racconta di vincere la battaglia più grande di tutte, quella contro se stessi. Quella di Ramon è sicuramente la storia della vittoria di due battaglie in contemporanea, contro se stesso e contro la sua malattia.

Non importa chi tu sia, se superi i tuoi limiti vai oltre.


L'IRON-NONNA di 87 ANNI

La suora 87enne ha tagliato il traguardo di oltre 40 gare IRONMAN nonostante la folgorazione per questa disciplina si sia manifestata soltanto in età adulta. Sedentaria fino al 48° compleanno, sorella Madonna ha preso parte all’IRONMAN delle Hawaii, il campionato del mondo di specialità, nel 1985. Da allora non ha più smesso, anzi, ha continuato a nuotare, pedalare e correre a suon di record: a 75 anni, è diventata la donna più anziana a completare un triathlon full distance, a 82, tagliando il traguardo della tappa canadese del prestigioso circuito mondiale, è diventata la concorrente dall’età più avanzata nell’IRONMAN e ad oggi ha conquistato la 45a medaglia di finisher. “Non ci sono fallimenti – spiega la suora americana che in diverse occasioni è stata costretta a fermarsi per non aver completato la seconda frazione entro il tempo limite – lo sforzo compiuto in una gara del genere di per sé è un successo personale.

Bisogna sempre pensare positivo e ascoltare il proprio corpo e ricordiamoci che la maratona si fa un passo alla volta”.


Tratto da La Gazzetta Dello Sport.


DALL' OBESITA' CON 175 KG ALL' IRONMAN

Il sogno di Mark da bambino era di diventare un pilota delle forze aeree. La sua vita però prese una direzione totalmente diversa. La svolta di Mark avvenne quando, durante una vacanza con la sua famiglia, non ebbe la possibilità di giocare sulle giostre con i suoi figli perchè era troppo obeso.

"Nel febbraio 2011, all'età di 42 anni, pesavo 175 kg.

Soffrivo di pressione alta, apnea del sonno ed ero a rischio di diabete. La mia vita era fuori controllo ed ero in una spirale discendente. Sapevo che se non avessi apportato presto qualche serio cambiamento non sarei arrivato alla soglia dei 50.

Questo video racconta la storia del mio viaggio per cambiare la mia vita e la mia trasformazione da obeso ad IRONMAN."

Mark cambiò la sua alimentazione, iniziò a camminare, poi a correre. Partecipò alla prima mezza maratona, poi puntò alla maratona e, per non smettere di sognare, desiderò di diventare IRONMAN.

Il primo tentativo fallì e non riuscì a terminare la gara, ma, se i sogni non si avverano quando li vuoi non significa che siano finiti, e così l'anno successivo, grazie a una nuova consapevolezza, riuscì a tagliare il traguardo.

"Credo che ognuno di noi abbia il potere dentro di sè per cambiare qualsiasi aspetto della propria vita. E se ce l'ho fatta io, allora anche tu puoi. Devi solo credere in te stesso. Spero che la mia storia ti dia speranza, ti incoraggi a credere in te stesso e ti ispiri a fare questi cambiamenti."


UN PADRE E UN FIGLIO SPECIALE ENTRAMBI IRONMAN

Questa è la storia straordinaria della devozione di un padre al figlio costretto sulla sedia a rotelle e di come il loro legame ha ispirato milioni di persone nel mondo: Dick e Rick Hoyt, meglio conosciuto come "Team Hoyt." Rick è nato nel 1962 in Massachusetts negli Stati Uniti. Durante la nascita il cordone ombelicale si attorcigliò al collo del bimbo causando la mancanza di ossigeno al cervello e danni permanenti diagnosticati in una tetraplegia spastica con paralisi cerebrale. Nonostante secondo i medici non c'era alcuna possibilità per lui, i genitori ben presto si accorsero che Rick rispondeva ad alcuni stimoli attraverso gli occhi, e si misero d'impegno per sviluppare questa sua capacità di comunicare. Imparò l'alfabeto, andò a scuola, fu progettato per lui un computer speciale per comunicare con il mondo e si laureò. Ma non è questo l'unico capitolo speciale della vita di Rick. Nella primavera del 1977, Rick chiese al padre se potevano correre insieme una gara di beneficienza per un ragazzo della sua scuola che era rimasto paralizzato. Voleva dimostrare che la vita continuava, non importa la tua disabilità. Il padre, dopo un gran impegno per imparare a correre da zero, lo accontentò. Il ringraziamento del figlio fu "Papà, qundo corriamo insieme non mi sento più ammalato". Il padre iniziò ad allenarsi duramente con un sacco di cemento sulla sedia a rotelle mentre Rick era a scuola. Migliorò continuamente per poter dare quella sensazione di salute a suo figlio. Nacque così il Team Hoyt. Alle prime gare brevi seguì la maratona di Boston, poi approdarono al triathlon fino ad arrivare nel 1989 alla sua massima espressione nella storica versione di IRONMAN Hawaii! Il Team Hoyt collezionò un curriculum sportivo di tutto rispetto fino a creare una fondazione orientata a sostenere le persone portatrici di handicap e promuovere e favorire la loro inclusione nella vita quotidiana, aumentando la consapevolezza della disabilità.

Un vero esempio di se vuoi puoi.


40 ANNI DI SOGNI MARCHIATI IRONMAN

Questa è la storia dei 40 anni di IRONMAN, raccontata dalle parole dei co-fondatori del brand e dei grandi atleti. La preparazione di un IRONMAN è un viaggio che ti cambia l'identità, trasformandoti in un uomo con uno spirito e un potere speciale.



Il triathlon nasce nel 1977 da una scommessa tra un gruppo di amici su di una spiaggia di Honolulu, alle Hawaii, che riguardava quale fosse la gara più dura dal punto di vista della resistenza tra la Waikiki rough water swim di 3,8 km a nuoto, la 112 mile ( 180 km ) bike race around Oahu, o la Honolulu Marathon di corsa di km 42,195.


Il comandante della marina John Collins suggerì di combinare le tre prove in un unica gara ed ecco la nascita di quello che oggi è il sogno di tutti i triathleti, IRONMAN Howaii. Il18 febbraio del 1978 15 partecipanti presero il via alla linea di partenza della prima gara nella storia di IRONMAN, in 12 la terminarono, e da allora quest'eperienza ha ispirato e sta ancora ispirando migliaia e migliaia di persone.

E' un viaggio che mette in simbiosi il fisico con il mistico, al termine del quale troviamo ciò che abbiamo dentro, perchè ciò che indossiamo è solo la superficie del nostro essere. E spesso, chi intraprende questo viaggio, prima di allora non avrebbe mai immaginato di farlo.


ANYTHING IS POSSIBLE

Per raggiungere qualcosa di straordinario, dobbiamo avere un sogno straordinario, che sembri quasi impossibile.

IRONMAN rappresenta l'eccellenza, la passione, l'impegno, fisico e mentale, e ti porta ad andare oltre i tuoi limiti per trasformare chi sei in chi vuoi essere.



Qual è la tua motivazione che ti spinge a intraprendere questo percorso?



Perchè queste persone che ti ho portato come esempio sono riuscite a diventare IRONMAN?



Inserisci i tuoi dati e fammi conoscere il tuo perchè.

Accedi subito al questionario conoscitivo e prenota subito GRATUITAMENTE

una prima sessione di coaching con me!

Elena Padovese - www.padoveselena.it - Trieste - P.Iva 01252310329

Pagina creata da Alessio Zaccariello, ideatore de "ilMINUtrailer"